Il dominio degli affari

di Cristina Peroglio
31/01/2012
16:57
Grazie alla fase di intenso sviluppo dell’economia, il Paese si sta affermando come una delle prime destinazioni per le trasferte dei manager della Penisola
Vedi Brasile; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier
 

Ritorna il mito dell'El Dorado. “Quando, sul finire del XIX secolo crisi economiche e disoccupazione percorsero le campagne europee, soprattutto nei Paesi meridionali, una parte dell'America Latina fu vista come il nuovo El Dorado, in cui ricominciare una vita di lavoro e giungere alla ricchezza”.

Questo racconta Giacomo Corna Pellegrini nel suo 'Geografia dell'America Latina', e inquadra un trend che sembra riprodursi oggi, a oltre un secolo di distanza.
In modo sicuramente più controllato e più legato ai processi di globalizzazione, il Sud America e, il Brasile in particolare sono tornati a essere l'El Dorado per la sofferente economia europea.
A dominare i flussi verso il Brasile, infatti, sono ormai da almeno un paio di anni le trasferte di lavoro, che hanno superato di slancio i numeri dei viaggi leisure. Un business travel, quello che si dirige verso l'impero carioca, che non si differenzia più di tanto dal target tipico del viaggiatore d'affari del nuovo millennio: rigido controllo dei costi, ricerca della tariffa migliore, trasferte che accorciano i tempi e i giorni di soggiorno, malgrado si parli di destinazioni lungo raggio.
Le isole felici restano i distretti produttivi delle eccellenze made in Italy. L'agroalimentare di altissima qualità e il vitivinicolo guardano al mercato brasiliano come terra di conquista più che come base d'appoggio per delocalizzare parte delle produzioni.
In questo caso, a viaggiare verso il Paese sono i titolari, i manager decisionali, e tornano, quindi, in agenzia, le richieste per la business class, per gli alberghi di alto livello e persino per le estensioni mare o tour per completare una trasferta lungo raggio.
Il comparto leisure, invece, resta al palo. Troppo caro il prodotto, secondo le adv, e non solo per le tasche dei clienti. L'innalzamento del livello economico e della qualità della vita del Brasile ha comportato una conseguente e inevitabile crescita dei prezzi, che hanno reso difficile anche per la produzione di viaggi la composizione di un'offerta competitiva da immettere sul mercato. La speranza del leisure sono i grandi eventi che il Paese ospiterà fra 2014 e 2016: si aspetta l'onda lunga della grande esposizione mediatica.

Vedi Brasile; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook