Francoforte volta pagina

di Silvia De Bernardin
19/05/2013
09:10
Leggi anche: Francoforte

Finanza e cultura. Banche e musei. Francoforte non rinuncia al profilo business, ma dall’alto del proprio skyline guarda con interesse al segmento leisure.

Forte di una crescita costante degli arrivi e della centralità del suo hub aeroportuale, che ne fa porta di ingresso privilegiata alla Germania e al Vecchio Continente, la città capitale economica e bancaria europea, punta infatti per i prossimi anni a diversificare il proprio mercato turistico.

Il 70 per cento degli arrivi continua a essere legato agli affari che gravitano intorno alla Fiera, alla Banca Centrale Europea e agli altri 227 istituiti di credito presenti in città, ma cresce tra i turisti la percezione di centro adatto ai city break.

Merito soprattutto della straordinaria offerta culturale concentrata intorno al Museumsufer, la Riva dei Musei che lungo il fiume Meno ospita in lussuose ville ottocentesche 26 musei cittadini. Attrazione principale della città, oltre alla casa nella quale nel 1749 nacque lo scrittore Johann Wolfgang Goethe, la Museumsufer costituisce solo uno dei poli intorno ai quali Francoforte sta costruendo la propria identità leisure.

Altrettanto importante è, infatti, il tema dell’offerta legata allo shopping, divisa tra i mercatini di quartiere, le boutique esclusive della Goethestraße e la Zeil, la strada dello shopping che attraversa il cuore della città per 500 metri costituendo l’isola pedonale con il più alto fatturato della Germania.
“Negli ultimi dieci anni la città ha subito grandi trasformazioni e finalmente inizia a essere riconosciuta anche come destinazione leisure” spiega Gisel Moser, manager international marketing del Frankfurt Tourist+Congress Board.

La formula è quella dello short break e il target è costituito per lo più da giovani coppie e over 50 altospendenti. In Italia, tuttavia, c’è ancora da lavorare: “Gli arrivi sono in crescita per il business, ma la città non è ancora percepita come destinazione leisure dagli italiani”, spiega Moser. “L’obiettivo - annuncia - è intercettare i t.o. italiani per sviluppare insieme questo tipo di offerta”.

Leggi anche: Francoforte

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook