Spotlight

(informazione pubblicitaria)

Arriva il MEET Forum, l’evento da non perdere per il turismo nel Mediterraneo

05/10/2016
08:46
Una tre giorni per informarsi, formarsi, trovare opportunità
di finanziamento e far crescere la propria rete di relazioni.

Si terrà a Olbia il 27, 28 e 29 ottobre l’ambizioso evento che mira a diventare in poco tempo un appuntamento imprescindibile per tutti gli operatori del settore. Per capire quali sono i motivi per cui vale la pena partecipare abbiamo incontrato il Team di Portale Sardegna Spa proprietaria del sito www.portalesardegna.com, OTA specializzata nell’incoming Sardegna, che ha ideato il Meet Forum e fornito il know how e l’esperienza per organizzare la manifestazione.

Iniziamo dal principio. Cos’è il MEET Forum e cosa lo differenzia da altri eventi analoghi?
Massimiliano Cossu (fondatore) – Abbiamo pensato il MEET (Mediterranean European Economic Tourism) con l’obiettivo di realizzare un evento del quale noi imprenditori sentivamo il bisogno, ma che ancora non esisteva. Si tratta di un insieme di iniziative che hanno lo scopo di fornire a tutti gli operatori degli strumenti concreti e realmente utili.
I partecipanti avranno, poi, la comodità di alloggiare e di mangiare nella stessa struttura in cui si terranno i lavori rendendo il loro soggiorno ancora più produttivo.

Amedeo Bianchi (responsabile eventi) – Per dirla con le parole di Gavin Gulia, chairman del Malta Tourism Authority: “Il MEET Forum è ideale per condividere le nostre esperienze nell’industria del turismo, per identificare sfide comuni e per imparare nuove e positive strategie che ci indirizzino verso una crescita più sostenibile”.

Entriamo nel dettaglio. Cosa si ottiene partecipando al MEET Forum?
Marco Demurtas (Direttore Commerciale) – Intanto si ottiene la possibilità di informarsi direttamente dai principali esperti a livello mediterraneo e mondiale su quello che accade oggi nel nostro settore.
Per questo abbiamo allestito tre tavoli di lavoro coordinati da figure del calibro di David Jarach (docente di marketing all'Università Bocconi e advisor nei i settori aviation e travel), Annalisa Cicerchia (vice direttore del Master MEMATIC dell’Università di Tor Vergata) e Pere Pedrosa (Director General de Transporte della Generalitat de Catalunya). Senza contare gli altri numerosi ospiti di altissimo profilo che si possono scoprire visitando il sito dedicato all’evento: meetforum.it.

Giovanni Sedda (Responsabile Digital Marketing) – Ci sarà un’area interamente dedicata al Fundraising in cui sarà possibile avere un incontro riservato con un intermediario finanziario e presentare il proprio business plan senza dover aspettare mesi o, come spesso accade, anni. A seconda della bontà del progetto si potranno ottenere risorse o, in alternativa, consulenze di alto profilo che in una situazione normale hanno dei costi e dei tempi d’attesa piuttosto consistenti.

Sul vostro sito si parla anche di formazione.
Amedeo – Sì, in collaborazione col mondo accademico e della finanza internazionale abbiamo organizzato un seminario sul Corporate Management. Per dirla in parole semplici si tratta di capire qual è il l’impatto reale delle nostre decisioni – piccole o grandi – sulle finanze della nostra impresa e come dotarsi di una struttura finanziaria in grado di supportare le nostre esigenze di crescita.

Massimiliano – Inoltre, i principali protagonisti di questa tre gironi (i professori, i manager e gli esperti) metteranno insieme il frutto del loro lavoro per dare vita a una conferenza finale che vorremmo rappresentasse un punto di partenza per rilanciare un comparto che può diventare il volano di sviluppo per l’economia di interi Paesi.

Marco Zedda (Responsabile Area Outgoing) – Un altro aspetto a cui teniamo molto è l’opportunità di espandere la propria rete di contatti e di portare a chiusura le discussioni aperte (magari proprio a TTG Incontri): ci siamo dotati di uno staff e di un sistema di circolazione delle informazioni ad hoc e in più abbiamo scelto un luogo perfetto per agevolare le relazioni fra imprenditori.

In che senso?
Massimiliano – Il MEET Forum si terrà al Geovillage, a pochi minuti dall’aeroporto di Olbia, in una struttura ampia ma allo stesso tempo molto ben organizzata e concepita per evitare il caos e la dispersività. Oltre le sale predisposte per gli eventi, ci sarà un’area dedicata agli incontri ma anche la possibilità di meeting riservati o di lunghe passeggiate e ambienti per il relax che possono favorire il dialogo e una predisposizione positiva.

Amedeo – I partecipanti staranno insieme durante i lavori, faranno colazione, pranzeranno e ceneranno insieme, potranno condividere gli spazi predisposti per i lavori oppure scegliere di conversare o rilassarsi nella zona dedicata al wellness grazie alla convenzione che abbiamo stipulato con il Geovillage. Lo staff, inoltre, su richiesta, svolgerà il ruolo di contact manager, organizzando incontri e aiutando gli operatori a individuare le persone con cui intessere relazioni.

Cosa bisogna fare per acquistare un ticket?
Amedeo – Basta semplicemente andare sul sito meetforum.it nella sezione prenota e compilare il modulo.

Insomma, un progetto molto articolato e, immagino, complesso da realizzare. Perché avete deciso di impegnarvi in questa impresa?
Massimiliano – Guarda, una delle mie soddisfazioni più grandi è che per rispondere a questa domanda posso usare le parole di uno dei nostri ospiti più illustri, Alexander d’Orsogna, Country Manager di Vueling: “Considero il MEET forum una grande occasione di confronto e di ricerca di nuove opportunità di sviluppo del turismo e, in generale, del PIL del Paese. In particolare la possibilità di relazionarsi con tutti gli attori dei vari 'anelli' della filiera industriale, oltre che la ricerca di nuove forme di coinvolgimento degli operatori finanziari, rappresentano uno stimolo a costruire, insieme, una nuova visione 'di sistema' del turismo in Italia”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA