Torre di Controllo

Lino Vuotto, giornalista di TTG Italia

Ridatemi la palla!

06/08/2014
08:57
 

Fate bene attenzione o voi che vi apprestate a partire (o tornare) in aereo durante questa bizzarra estate. Il vostro bagaglio a mano preparato con tanta cura potrebbe contenere oggetti altamente pericolosi (a vostra insaputa) e quindi non passare i controlli, con conseguente (straziante) sequestro.

Lo studio è serio e l’ha realizzato il London City Airport, ma l’elenco degli oggetti maggiormente sequestrati ha dell’incredibile, in alcuni casi. Ecco i casi più eclatanti.

Avete visitato un Paese famoso per la sua gastronomia o peggio ancora siete stati in visita dalla nonna o genericamente dai parenti? Sappiate di essere soggetti ad alto rischio: l’impareggiabile conserva preparata come una volta, la marmellata ‘come solo lei la sa fare’, quelle verdure sott’olio che ‘non vedo l’ora’ incanteranno lo sguardo prima indagatore e poi severo dell’addetto che scruta lo schermo mentre il vostro trolley è lì fermo nello scanner. Segue apertura e sequestro.

Siete accaniti sportivi e dovunque andiate vi portate la vostra racchetta da tennis? Pericolosissima (per chi non si sa, ma tant’è) e siccome per lei avrete già speso una discreta fortuna preoccupatevi di inserirla in un bagaglio da stiva. Le litigate in aeroporto non hanno mai conseguenze positive. Stessa cosa se siete talmente accaniti di calcio che volete sempre il vostro pallone con voi. Balotelli è avvisato.

Ma c’è una cosa su tutte che mi ha lasciato senza parole. Sequestrarle è come commettere un delitto. C’è chi viaggia apposta per portarsele a casa, ci sono intere collezioni, una ventina presenti anche su uno degli scaffali in camera dei miei figli. Vero, molto kitsch. Molto. Ma hanno un loro perché e ricorderanno per sempre quel viaggio. Quindi propongo una petizione: abolite il divieto di trasportare a bordo dell’aereo le palle di vetro con dentro la neve finta bianca. Non fanno male a nessuno. Hanno solo il difetto di attirare polvere, e che diamine!


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori